L'Italia che non si qualifica ai Mondiali di calcio "costituisce un fattore di stress per gli italiani, che può creare un senso di abbattimento, smarrimento, destabilizzazione". Così all'AdnKronos la psicoterapeuta Paola Vinciguerra. La tradizione calcistica che dal 1958 ha visto l'Italia competere senza interruzione con le altre squadre del mondo ora si è interrotta. "Non andare ai Mondiali - spiega l'esperta - è come aver distrutto un sogno che è per tutti fondamentale, dal momento che è ciò che fa avvertire la possibilità di migliorare e stare meglio. C'è un'identificazione non solo nella nazionale calcistica, ma anche nell'Italia come Paese.…

Condividi

11/2017
"Ho la tendenza a ingigantire qualsiasi problema, però cerco di frenare la tensione dedicandomi a ciò che mi fa star bene, come un bel viaggio. Ed è fondamentale la vicinanza di Giovanna, un’iniezione continua di ottimismo" Nella mia vita ho un’inseparabile compagna di viaggio: l’ansia. In tv non si vede, perché il momento nel quale sono maggiormente sereno e rilassato è quello in cui si accendono le telecamere. Semmai, a causarmi ansia è tutto quello che precede la messa in onda del programma: la preoccupazione di vedere realizzate le mie idee, superando le eventuali difficoltà, per dare al pubblico il miglior spettacolo…

Condividi

L'esercito del web comprende ormai miliardi di persone, internauti giovani e anziani, alle prime armi o esperti della Rete, assetati di notizie e informazioni. Ma la trappola è in agguato online: se pc, tablet e smartphone permettono di essere aggiornati sempre e ovunque, il rischio di incappare in una 'bufala' diventa sempre più alto, soprattutto sui social. Facebook, Youtube, Twitter, Instagram sono saturi di fake news: dal gossip alla cronaca, passando per la salute, la verità sembra diventata una chimera. E, complice anche la viralità dei contenuti, a caderci non sono pochi. Secondo un sondaggio svolto dall'Eurodap (Associazione europea disturbi…

Condividi

Gli italiani fuggono dallo psicologo. Non riconoscono l’importanza di questa figura per curare i disagi psicologici e interpretano i comportamenti disfunzionali dei figli come capricci. E’ quanto emerge da un sondaggio online condotto dall’Eurodap (Associazione europea disturbi da attacchi di panico) per AdnKronos Salute, su un campione di 800 persone, per valutare cosa pensano i connazionali della figura dello psicologo. Ebbene, il 70% dei partecipanti considera inutile rivolgersi a uno psicologo, in quanto si ritiene che le problematiche vadano risolte da soli, o magari parlando con un amico, “ma non certo con un estraneo”. “Inoltre il 70% ritiene di non…

Condividi

Anche in età avanzata, la presenza nella propria vita di buoni amici conterebbe ancora di più, rispetto alla percezione dei rapporti coi familiari, come fattore predittivo della salute e della felicità. Inoltre, avere una vita sociale attiva riduce il rischio di depressione e prolunga la vita CHI TROVA un amico trova un tesoro, recita il noto detto popolare. Ma, oltre che trovare le amicizie, anche mantenerle nel corso della vita o crearne nuove, in particolare in età avanzata, risulta fondamentale: lo mostra oggi un nuovo studio che afferma come questo genere di compagnia può rappresentare una fonte di felicità e…

Condividi

La mamma la dimentica in auto sotto il sole, bimba di 18 mesi muore per arresto cardiaco. E’ successo mercoledì a Castelfranco di Sopra, in provincia di Arezzo. Sarebbe rimasta chiusa nell’auto sotto il sole tra le 8 e le 14. La mamma, 38 anni, avrebbe fatto la terribile scoperta all’uscita dal lavoro. La donna, residente a Terranuova Bracciolini (Arezzo), aveva parcheggiato l’auto, una Lancia Ypsilon, vicino al municipio. Nessun passante si sarebbe accorto della piccola nel sedile dentro l’auto. Testimoni hanno raccontato di aver capito cosa era accaduto solo dopo aver sentito le urla disperate della madre. Una tragedia causata…

Condividi

Come un virus, "il panico si diffonde ​a macchia d'olio. Bastano sguardi smarriti, un rumore forte, qualcuno che urla, altri che cominciano a correre contro corrente. E' ciò che è accaduto a piazza San Carlo a Torino. dove sono rimaste ferite 1.400 persone che tentavano di scappare dalla piazza". Ad analizzare il falso allarme è Paola Vinciguerra, psicologa e psicoterapeuta, presidente dell'Eurodap, Associazione europea disturbi da attacchi di panico. "Chi è nella calca ha la convinzione di essere in pericolo, la paura prende il sopravvento anche se in realtà non si è visto nulla: l'unico istinto è quello di scappare…

Condividi

Si chiama 'Eye Movement Desensitization and Reprocessing' (Emdr) e dal 2013 è riconosciuta dall'Organizzazione mondiale della Sanità quale metodo elettivo nella risoluzione dei disturbi post traumatici da stress. E', semplificando, la 'tecnica del movimento degli occhi' che debella i traumi e le paure, e ad oggi è stata già utilizzata con successo prima su numerosi veterani del Vietnam e poi su vari sopravvissuti ad attentati o terremoti. E' la terapia suggerita dagli esperti anche per il supporto dei sopravvissuti alla tragedia dell'Hotel Rigopiano.

Condividi