Hotel extra lusso, il boom delle mini vacanze in città

Hotel extra lusso, il boom delle mini vacanze in città

Condividi

Niente pernottamento ma spa e relax solo per poche ore al giorno.

Siete stressati e le vacanze sembrano ancora piuttosto lontane? Niente panico, la soluzione è dietro l’angolo grazie alla startup tutta italiana “DayBreakHotels.com” che, lanciando la “Daycation”, permette di prenotare mini vacanze della durata di qualche ora a pochi minuti da casa, in strutture extra lusso e a prezzi stracciati.

Come fare? Basta cliccare su www.DayBreakHotels.com (o aprire la app), individuare un quattro o cinque stelle vicino e riservare per una mezza giornata in fascia diurna una camera abbinata a spa, piscina e palestra. Il risparmio è garantito: si paga fino al 70% in meno rispetto a chi pernotta. Perché, allora, non approfittarne?

D’altronde, secondo le ultime ricerche, a essere stressati sono nove italiani su 10. Ma come si incappa in questo disturbo?

A rispondere è stata la psicologa Eleonora Iacobelli di “BioEquilibrium” durante l’evento di “DayBreakHotels.com” al “Trianon Borgo Pio” di Roma: «Accade quando la realtà quotidiana richiede più energia di quella che possediamo: se diventa un’abitudine, la mente e il corpo non riusciranno più a far fronte alle richieste, dando così origine a sintomi psico-fisici peggiorativi».

Ecco allora che la startup viene in soccorso, con le sue 4000 strutture alberghiere affiliate in 16 Paesi (di cui 400 a Roma e 300 a Milano). Se come ha affermato la life coach Alessia D’Epiro «per diminuire lo stress basta concedersi momenti di pausa in luoghi che ti fanno sentire in vacanza», una “daycation”, quindi, è più che sufficiente.

Ma “DayBreakHotels.com” è molto di più: grazie al portale, i businessman possono usufruire di una stanza confortevole vicino all’aeroporto se hanno il volo tardi, oppure usare la lobby di un bell’hotel come ufficio temporaneo, magari dopo la spa. Da non sottovalutare, infine, la possibilità di un po’ di “pace” a portata di mano con il proprio partner: «Una volta una signora romana ci ha dato il massimo punteggio perché le abbiamo salvato la sua intimità di coppia: lei e suo marito uscivano da un parto gemellare», ha raccontato Simon Botto, founder e ceo dell’azienda che ha rivoluzionato il concetto di ospitalità, rendendo inclusiva l’hotellerie extra lusso.

Proprio la Capitale, nel 2018 ha vinto la maglia d’oro di città con più prenotazioni sul portale, con Londra che la rincorreva. Negli hotel affiliati, la soluzione più richiesta è la camera matrimoniale diurna o serale con accesso alla spa o con la jacuzzi in stanza. Sarà tutta colpa dello stress?