Nonostante sia arrivato alla ribalta solo in tempi recenti e se ne senta Paola Vinciguerra parlare ripetutamente, il femminicio non è stato ancora ben chiarito come fenomeno sociale, non basta la consapevolezza della sua esistenza per contrastarlo. Il primo passo per agire contro questo fenomeno è capire come nasce e quali sono i fenomeni distruttivi che lo innescano. Com’è possibile che la complicità di un rapporto si tramuti in un conflitto così profondo da divenire una zattera travolta dalle onde? Di cosa hanno bisogno le donne vittime? Di cosa hanno bisogno i bambini che vivono una realtà così conflittuale ed aggressiva? Cosa debbono sapere le persone a loro vicine per poterle aiutare? Le autrici, madre e figlia, di questa piccola opera rispondono a queste domande per realizzare quel cambiamento all’interno di un rapporto dove l’altro non sia sopra, sotto o nemico ma sia allo stesso livello, per procedere “insieme” nella vita.
Paola Vinciguerra. Psicoterapeuta dal 1980. Presidente dell’Eurodap (Associazione Europea per il Disturbo Attacchi di Panico). Responsabile del centro U.I.A.P. (Unione Italiana Attacchi di Panico) presso la clinica Paideia di Roma Supervisore E.M.D.R. Docente presso l’Università di Tor Vergata e l’Università LUISS di corsi di soft skills. Partecipa frequentemente a trasmissioni televisive. Dirige per “ABC salute” la sezione della psicologia e fa parte della fondazione Veronesi per “OK salute”. Ha già editato diverso libri sia di psicologia clinica, che di divulgazione.
Eleonora Iacobelli, dottoressa in scienze e tecniche psicologiche e segretaria EURODAP dal 2007. Ha partecipato alla stesura di diversi libri su argomenti psicologici e pubblica articoli su tematiche d’interesse sociale per l’Unione Nazionale Consumatori.

L’intervista degli autori alla presentazione